11995446526_8d54e0b3a0_z

Un piatto da abbinare a un “vino libero” -in questo caso il Già Marche Bianco di Fontanafredda- per partecipare a Vino Libero, un progetto nuovo che si impegna a liberare il vino dai concimi chimici, dagli erbicidi e dai solfiti in eccesso. 

Ingredienti per 2 porzioni

una pera poco matura, lavata e tagliata a fettine
170 g di riso Venere, lavato e sgocciolato
400 ml di brodo di verdure
una grossa patata a pasta gialla (oppure 2 più piccole), pulita e tagliata a cubetti
sale marino integrale, q.b.
mezza stecca di vaniglia
olio extravergine di oliva, a piacere
qualche goccia di limone
semi di papavero, per decorare

Procedimento

Per preparare le pere essiccate, mettete le fettine nell’essiccatore e lasciatele per circa 14 ore. in alternativa, potete farle essiccare in forno a bassa temperatura.

Fate cuocere il riso Venere nel brodo di verdure, a pentola coperta e a fiamma moderata. Salate leggermente verdo metà cottura e coprite di nuovo. Fate insaporire le patate in poco olio, a fiamma media e in una padella dal fondo spesso. Salate e aggiungete i semi di vaniglia che avrete raccolto tagliando a metà la stecca. Aggiungete poca acqua e proseguite la cottura delle patae, sempre a fiamma viva. Continuate a versare poca acqua alla volta fino a cottura ultimata. Quando le patate saranno tenere, spegnete il fuoco e mettetele da parte. Togliete il riso dal fuoco non appena sarà pronto (avrà assorbito tutto il liquido) e utilizzate un tagliapasta circolare per formare un tortino, direttamente sui piatti da portata. Distribuite sopra al riso anche i cubetti di patata e togliete a questo punto il tagliapasta. Condite con un filo d’olio d’oliva, completate con le fettine di pera essiccata e i semi di papavero e servite subito.