Hummus agli spinaci con limone e cumino

Hummus agli spinaci con limone e cumino

Con questa ricetta collaboro con Altriluoghi al progetto Spinaci, la maglietta-ricetta che dedichiamo ai novelli Popeye, e alle Olivia alla moda. A personal chef e foodblogger. A chi è perennemente a dieta e ai buongustai.
Spinaci è un anticipo della collezione
Altriluoghi 2013 in stretta collaborazione con ‘cotto e crudo’.
Da Altriluoghi arriva la moda sostenibile e “commestibile”, di inchiostri fatti in casa come le conserve. Una moda verde in tutti i sensi, talmente ispirata al cibo nel design, che adesso, la stampa, avviene con inchiostri a base di spezie e verdure.
I capi sono in finissimo jersey di cotone biologico fairtrade non tinto e non sbiancato. Stampati a mano, la tecnica è quella antica della serigrafia, con l’esclusivo inchiostro di spezie e verdure formulato con un’elevata percentuale di leganti vegetali per un’esperienza straordinariamente naturale e tutta Made in Italy. Spinaci è hummus e inchiostro, stesso colore, stessa consistenza, stessi spinaci, da mangiare e da indossare.
In anteprima da oggi a domenica a So Critical So Fashion durante la settimana della moda a Milano.

Ingredienti per una ciotola

circa 6 manciate (o circa 250 g) di spinaci freschi, puliti
200 g di ceci già cotti
il succo e la scorza grattugiata di un limone bio
uno spicchio d’aglio, pelato
una piccola manciata di erba cipollina, pulita e spezzettata
un cucchiaio abbondante di tahin
2-3 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 cucchiaini di cumino in polvere
un cucchiaino e mezzo di zenzero in polvere
pepe nero macinato fresco, quanto basta
sale marino integrale, quanto basta
circa un cucchiaio di semi di papavero
un piccolo peperoncino, pulito e tagliato a rondelle

Procedimento

Scottate gli spinaci in acqua bollente salata, per circa un minuto, poi scolateli, strizzateli bene e lasciateli raffreddare. Tenete da parte la loro acqua di cottura.
Frullate molto brevemente i ceci con il succo e la scorza grattugiata di limone, l’aglio e l’erba cipollina. Unite gli spinaci, frullate ancora un attimo, aggiungete il tahin, l’olio, le spezie e aggiustate di sale. Per ottenere una consistenza cremosa, mentre frullate, versate un po’ di acqua di cottura degli spinaci, un cucchiaio per volta.
Trasferite l’hummus in una ciotola, fatelo raffreddare leggermente in frigorifero prima di completare con un filo d’olio, i semi di papavero e il peperoncino. Servitelo con quello che più vi piace, dal pane carasau alla piadina.

By | 2016-03-09T12:23:35+00:00 21 settembre , 2012|antipasti, aspro, autunno, brunch, cotto, dolce, finger food, freddo, inverno, merenda, picnic, salato, verdura|11 Comments

11 Comments

  1. Barbara 23 settembre 2012 at 09:12

    la descrizione del sapore che mi hai fatto è perfetta.
    bellissima l’iniziativa Altriluoghi, grazie della segnalazione.

  2. Giò 28 settembre 2012 at 08:21

    Non avevo il cumino, ma è davvero delizioso. La maglietta sul loro sito non sono riuscito a trovarla, se è quella che ho visto su Facebook…

  3. Giò 28 settembre 2012 at 08:26

    No, gli spinaci non li trovo :-(

  4. Silvia 30 settembre 2012 at 14:45

    gustoso questo hummus, da provare assolutamente, un abbraccio SILVIA

  5. Alice 30 settembre 2012 at 15:20

    Barbara: grazie :)

    Giò: sì, è quella, ma ancora non è in vendita sul sito, è stata presentata pochi giorni fa e fa parte della collezione 2013…

    Silvia: ben arrivata qui ;) Grazie :)

  6. urbanvegan 19 ottobre 2012 at 05:37

    Che un bel colore!

  7. Roberta 20 ottobre 2012 at 00:54

    Che bella ricetta, mi sembra davvero un bel connubio di sapori!
    Grazie la provo la provo!

  8. Giò 22 ottobre 2012 at 07:19

    Rifatta con il cumino! Grazie anche del suggerimento :-)

  9. Alice 31 ottobre 2012 at 11:24

    Urbanvegan: thanks! :)

    Roberta: ben ritrovata :)

    Giò: immaginavo ;)

  10. Dillo Cucinando 5 novembre 2012 at 17:43

    E’ una meraviglia! Lo farò sicuramente.
    Ciao
    Barbara
    (http://dillo-cucinando.blogspot.it/)

  11. Alice 1 dicembre 2012 at 04:34

    Dillo Cucinando: grazie!

Leave A Comment